Come Dimagrire le Cosce

Le avete provate tutte, ginnastica dimagrante, allenamento per perdere peso, avete aumentato la combustione delle calorie seguendo la nostra guida su come aumentare il metabolismo basale e siete riusciti finalmente a liberarvi di quegli odiati chili di troppo….quando ad un certo punto vi accorgete che le vostre cosce non sono proprio magre e toniche! Anche in questo caso non siete soli, eccovi una guida su come dimagrire le cosce.

Lo sentiamo ripetere spessissimo, non si deve mai perdere peso in maniera troppo repentina. Perché in genere si tende a seguire una dieta sbagliata che favorisce un dimagrimento poco salutare. L’ideale sarebbe dunque seguire una dieta equilibrata e fare palestra per dimagrire, per far si che il peso si mantenga invariato a lungo termine.

In questa guida vi suggeriamo qualche piccolo accorgimento con cui è possibile dimagrire sulle cosce in appena dieci giorni. Notare i primi risultati dopo poco più di una settimana stimolerà la vostra voglia di mantenervi in forma. Per dimagrire sulle cosce in dieci giorni è necessario seguire un regime alimentare che prevede frutta e verdura che, grazie all’elevato contenuto di acqua, aiuta a liberarsi della ritenzione idrica aiutandovi a liberarvi dei liquidi in eccesso.

I digiuni dovrebbero essere assolutamente evitati perché fanno molto male, quindi l’ideale sarebbe fare sempre colazione al mattino con fette biscottate e marmellata (senza zuccheri aggiunti) e un succo di frutta fresco. A metà mattina fare uno spuntino con un frutto.

A pranzo bisognerebbe alternare giorni a base di centrifugati ( frutta e verdura ) a giorni in cui mangiare 70 gr di pasta condita con verdure, al vapore o alla griglia. La merenda di metà pomeriggio dovrebbe essere costituita da un frullato con frutta fresca di stagione. La cena dovrebbe essere dedicata all’assunzione di proteine, quindi via con pesce e carne con contorno di verdure crude.

Non bisogna preoccuparsi eccessivamente delle delle quantità di questi alimenti sani, l’importante è evitare i grassi e le fritture.

Una sana alimentazione dovrebbe essere accompagnata da una moderata attività fisica. La corsa fatta nel modo giusto vi aiuterà a tonificare le vostre gambe in pochissimo tempo. Alternare la corsa al nuoto e riposarsi ogni cinque giorni magari facendo una mezzora di passeggiata veloce. Se fate ginnastica dimagrante all’aria aperta dovreste evitare le ore più calde scegliere di uscire al mattino presto, questo vi aiuterà ad accelerare il metabolismo!

Esercizi Addominali

Come dimagrire cosce

Spesso si sente affermare che per avere gambe sottili e toniche basta eseguire un paio di esercizi ogni giorno. Ma non c’è nulla di più errato.
Per avere gambe degne di essere notate non basta fare esercizi dimagranti, e sottoporsi a duri allenamenti in palestra soprattutto quando non si conosce a fondo come lavorare sulla zona bassa del corpo. Per dimagrire le gambe è necessario diminuire il grasso e aumentare la massa muscolare.

Le gambe delle donne per esempio iniziano a dimagrire quando la % di grasso corporeo raggiunge il 18%. E quindi come ridurre il grasso? Il tutto è possibile attraverso una dieta corretta, un programma di allenamento per dimagrire e un’elevata volontà .

COME DIMAGRIRE SULLE COSCE E SULLE GAMBE IN TRE STEP

ALIMENTAZIONE

Un piano nutrizionale per chi desidera dimagrire sulle cosce e le gambe in generale prevede pasti sani e frequenti. Gli spuntini, giocano un ruolo importantissimo nel controllare i livelli di zucchero del sangue e diminuire le calorie. Anche se potrebbe sembrare un controsenso, l’ideale sarebbe fare 5 pasti ogni giorno ed in particolare:

  • Determinare il proprio fabbisogno calorico quotidiano;
  • Seguire regime alimentare con pochi carboidrati;
  • Fare 5 pasti al giorno.

Nel Programma di allenamento per dimagrire: variare gli esercizi li rende più efficaci!

Attività fisica per dimagrire le gambe

GINNASTICA CARDIOVASCOLARE

Probabilmente sarà la parte più facile del programma di allenamento per dimagrire le gambe. Stiamo parlando dell’attività aerobica per dimagrire che prevede numerosi esercizi cardiovascolari.

Gli esperti raccomando cinque giorni di attività settimanali per sessioni che variano dai trenta ai quarantacinque minuti. Le sessioni di allenamento vanno suddivise in esercizi aerobici moderati ad esercizi di intensità elevata.

Questo permetterà di sciogliere gli accumuli di grasso e a costruire la massa muscolare per gambe toniche e definite. Si consigliano attività che prevedono l’utilizzo diretto delle gambe come passeggiata, corsa, sci, bici, pattinaggio e aerobica sono le attività ideali. Questi esercizi riescono a far bruciare i grassi aiutando al contempo a sviluppare la massa muscolare per donare alle gambe un aspetto più snello e definito.

Per chi preferisce dimagrire in palestra, è utile utilizzare l’ellittica che migliora le prestazioni e la definizione dei quadricipiti.

Esercizi glutei

ESERCIZI PER DIMAGRIRE LE GAMBE

Per perdere grasso in una zona specifica è utile definire un programma di allenamento che si focalizzi esclusivamente su quella determinata zona. Ci sono molti strumenti che possono aiutare a dimagrire le gambe. I muscoli delle gambe, infatti, come quasi tutti i gruppi muscolari, con il tempo si adattano a un dato movimento. Più ci si esercita, più un dato movimento diventa fluido. Ecco uno dei migliori esercizi da fare a casa per dimagrire le gambe:

  • Sdraiarsi a pancia in su con le gambe piegate e i piedi appoggiati a terra;
  • Posizionare un cuscino in mezzo alle ginocchia;
  • Inspirare e contrarre i muscoli dell’addome;
  • Espirare e stringere le cosce, facendo attenzione a non muovere la zona lombare;
  • Mantenere la posizione per circa cinque secondi e rilasciare lentamente;

Ripetere l’esercizio per quindici volte;

LO STRETCHING UTILE PER GAMBE LONGILINEE

Fare stretching prima di qualsiasi tipo di allenamento è di estrema importanza. Farlo in maniera corretta non solo evita le dolorosissime contratture, ma è anche un ottimo esercizio per dimagrire le gambe.

L’allungamento, così come viene chiamato in Italia, rende più flessibili i muscoli degli arti inferiori oltre a renderli più tonici e definiti. Esso dovrebbe occupare non più di dieci minuti dell’allenamento e serve anche a preparare i muscoli all’allenamento vero e proprio. Lo stretching mette in funzione i muscoli, li scalda ed evita i pericolosi strappi in cui si potrebbe incorrere se si inizia l’allenamento senza riscaldamento.

Inoltre aiuta a focalizzare l’attenzione su ciò si sta facendo in un determinato momento, se invece siete alla ricerca di qualcosa di più divertente, potete anche ricorrere all’ormai famosissimo pilates. Entrare in un gruppo che pratica pilates aiuta a socializzare individui con lo stesso obiettivo il che permette di avere una spinta e un supporto in più per non cedere alla tentazione di rinunciare alla pratica sportiva.

Leave a Reply