IL Guaranà

Negli ultimi anni, anche sul mercato europeo e direttamente dal Sudamerica è arrivato il guaranà. Cerchiamo di scoprire insieme quali sono i veri benefici e le proprietà di questa pianta come ad esempio il suo potente effetto energizzante simile a quello della caffeina.
Tra le più famose ed apprezzate proprietà del guaranà, il cui nome scientifico è paullinia cubana, pianta originaria del Sudamerica e che proviene dalle regioni che costituiscono la foresta amazzonica, c’è il suo effetto “stimolante” che è alla base del suo utilizzo come ingrediente per integratori naturali e nelle famose “bevande energetiche”.

Allo suo stato selvatico, la pianta di guaranà sviluppa la sua crescita sotto forma di albero, la cui altezza può variare dai 5 ai 10 metri ( se coltivata, la sua altezza non supera i 3 metri).

Il seme di guaranà viene estratto dal frutto maturo della pianta che viene fatto esiccare al sole, la sua preparazione però cambia a seconda del paese d’origine della pianta stessa. Nella tradizione del Brasile, il seme viene torrefatto, triturato e umettato fino a quando non si ottiene una pasta dal colore rossastro, che viene poi successivamente fatta essiccare. Nella preparazione tipica del Venezuela, invece, il seme della pianta di Guaranà viene mischiato alla farina di manioca e lasciato a fermentare per poi essere nuovamente essiccato. Nei negozi è possibile trovare la pianta di guaranà sotto forma di sciroppo, estratto, compresso, e come molti sapranno, come ingrediente principale dei più famosi energy drink.

La storia del Guaranà

Le origini del guaranà affondano nel lontano che riconduce agli antichi occupanti dell’Amazzonia. Essi erano fermamente convinti, sopra tutto per via dell’aspetto molto particolare dei semi della pianta, che il guaranà nascesse dagli occhi dei loro dei. La leggenda infatti, narra che due indigeni, di giovane età, che appartenevano a due tribù diverse si innamorarono perdutamente. Nel tentativo di poter coronare il loro sogno d’amore, i due fuggirono e si imbatterono in una enorme anaconda che li intrappolò tra le sue spire uccidendoli.

I membri delle due tribù, accorsi sul luogo, invocarono la dea della bellezza, la quale, commossa dai sentimenti dei due innamorati, fece crescere una stupenda pianta. Quella pianta, da allora, regala agli magnifici frutti che, secondo la leggenda, si schiudono proprio come gli occhi neri della ragazza innamorata.

Guaranà: proprietà e benefici

Come già detto e come noto, la principale caratteristica e la principale proprietà del frutto della pianta di guaranà, riguarda gli effetti effetti energizzanti che la rendono molto simile alla caffeina. L’estratto viene dunque utilizzato come vero e proprio energy drink naturale, in grado però di avere un rilascio molto più lento nell’organismo in grado di prolungarne l’efficacia. La sua assunzione aiuterebbe le capacità mnemoniche e coadiuverebbe attenzione e concentrazione.
Oltre al suo effetto stimolante e allo stesso tempo tonificante, questo particolare frutto offre anche notevoli proprietà dimagranti, diuretiche, cardiotoniche ed antiossidanti. Viene considerato molto utile anche nei casi di stitichezza ed anche disintossicare l’intestino.

Guaranà: controindicazioni

Il consumo dell’estratto di questo frutto è in generale sconsigliato ai bambini e in generale a coloro che soffrono di ipertiroidismo. In virtù degli effetti stimolanti, l’utilizzo di prodotti che contengono derivati di questa pianta potrebbero aggravare, in alcuni casi, la condizione di coloro che soffrono di tachicardia e palpitazioni e anche peggiorare la condizione di chi è affetto da insonnia o soffre di attacchi d’ansia.

Guaranà: dosi consigliate

Polvere:
Il dosaggio comunemente indicato per chi lo assume per lunghi periodi di tempo, con pause da due settimane circa, è di 3 grammi più o meno.
Basta infatti sciogliere un cucchiaio da tavola di polvere di guaranà in circa mezzo bicchier d’acqua o anche in succo di frutta. Lo si può assumere una o due volte al giorno ed è consigliabile berlo a digiuno.


Energy Drink:

Il guaranà è l’ ingrediente base di diverse bevande energetiche e integratori in commercio da molti anni.

Il consiglio è quello di non assumere più di due lattine al giorno (ma questo dipende dalla concentrazione di guaranà presente nella bevanda).

Guaranà per lo sport:
Questo prodotto viene spesso utilizzato, come integratore, per trattare i sintomi causati dalla fatica e aumentare le capacità di attenzione e concentrazione. Chi pratica sport ne trae un effetto ritemprante e davvero energizzante molto più rapidamente e con un rilascio molto più lento con la seguente ricetta:

  • 1 cucchiaino da tè di polvere di guaranà;
  • 1 cucchiaino da tè di lievito di birra;
  • 3 cucchiaini da tè di miele;
  • 1 cucchiaio da tè di germe di grano;
  • 1 cucchiaino da tè di acqua preferibilmente naturale;

Preparazione: frullare tutti gli ingredienti in un mixer. Il composto ottenuto può essere assunto quotidianamente a digiuno. È però molto importante però conoscere le eventuali controindicazioni e gli eventuali effetti collaterali, la cui probabilità di comparsa ovviamente aumenta in rapporto all’aumentare della dose assunte. Bisogna dunque prestare molta attenzione a nausea, dolori addominali, ansia e diarrea. In questi casi è necessario interromperne l’assunzione e consultate il medico.

Una curiosità: negli ultimi anni, le bibite a base di guaranà, sono diventate le vere e proprie bevande nazionali brasiliane. Il loro è un mercato davvero vasto, e di enorme successo visto che in passato persino l’azienda statunitense, Coca-Cola ha provato produrre e immettere sul mercato alcuni propri marchi di bibite a base di guaranà.
Esistono dunque diverse bevande energizzanti a base di guaranà e altre sostanze fortemente stimolanti. Bisogna però fare molta attenzione perché, tali bevande, se abusate possono portare effetti quali: intolleranza ortostatica ( ossia difficoltà a stare in piedi), perdite di coscienza, nausea, vertigini, calo momentaneo della vista, ecc. Questi sintomi però scompaiono sospendendo l’assunzione della bevanda.

Guaranà: effetti sessuali

Dato che il guaranà ha effetto sulla pressione sanguigna, ed in particolare aumentando quella bassa, viene da molti utilizzato come stimolante del desiderio sessuale. Bisogna fare attenzione però perché è in grado si stimolare la diuresi ed ha un’effetto astringente.

Guaranà per perdere peso

Il guaranà ha inoltre un elevato effetto stimolante sul sistema nervoso centrale. Questo gli permette, se assunto in piccole , di contrastare il senso di fame e aiutare chi sta affrontando le difficoltà di una dieta ipocalorica. Sembrerebbe inoltre che questo frutto, sia in grado di agire sui processi di rilascio dei grassi nel sangue (per questo motivo viene assunto come integratore, da solo o con altre sostanze).

Leave a Reply